sardegnainfesta

Festa di Sant’Antonio de su Fogu di Aidomaggiore

16 / 17 gennaio - Aidomaggiore (OR)
Festa di Sant’Antonio de su Fogu di Aidomaggiore a Aidomaggiore

La Festa di Sant’Antonio de su Fogu è organizzata dalle Confraternite di Santa Rughe, Su Rosariu e Su Segnore alle quali si uniscono altri gruppi spontanei, i Sotzios, che vogliono rispettare una promessa o un vosto o più semplicemente per divertirsi.

I preparativi iniziano nel mese di dicembre quando vengono individuati e tagliati de sas tuvas,grossi alberi cavi da far bruciare, che verranno trasportati nel prato antistante il Nuraghe Sa Jua. Questa operazione è una festa nella festa in quanto è l’occasione per ritrovarsi assieme, preparare Sas Tuvas e mangiare, bere e cantare.

Fino a qualche decennio fa il taglio delle tuvas veniva fatto solo con asce e trasportati con carri trainati da buoi, per queste ragioni i preparativi iniziavano a novembre per evitare il brutto tempo che avrebbe potuto bloccare i carri. Oggi è tutto più rapido grazie ai trattori e alle motoseghe.

La mattina del 16 gennaio i membri delle Confraternite e dei Sotzios si ritrovano al Nuraghe Sa Jua e caricano sas tuvas e la legna sui rimorchi dei trattori. Si rimane nel prato del Nuraghe fino alle 13.00 mangiando, bevendo e cantando. Successivamente parte il corteo per arrivare alla Chiesetta di San Gavino dopo qualche ora. Nonostante si percorra solo un chilometro e mezzo il corteo impiega molto tempo perché è usanza fermarsi e offrire a tutte le persone che si incontrano qualche bicchiere di buon vino.

Per motivi di sicurezza sas tuvas non si bruciano più davanti alla Chiesa di San Gavino, oggi le tuvas ora vengono erette in Via San Gavino. Ogni tuva è cava e viene riempita di arbusti e legna in modo che possa prendere fuoco facilmente. Intorno alle 17 tutte le tuvas sono accese e prima che inizi il Vespro di Sant'Antonio vengono benedette dal parroco.

Fino a tarda sera le tuvas sono circondate di gente. I responsabili delle confraternite e dei Sotzios controllano che brucino regolarmente e continuano a offrire e offrirsi del buon vino. La cena inizia verso le 21, ogni gruppo prepara un luogo dove mangiare maialetto arrostito e sa tziricas, sa panada o su tureddu, dolci tipici costituiti da un impasto di vino cotto, mandorle, noci, uva passa e farina cotti nel forno.

Dopo cena si va a fare visita agli altri gruppi. La festa de sas tuvas termina qualche ora prima dell’alba quando quasi tutti, dopo questa grande faticata, rientrano a casa lasciando sas tuvas a bruciare.

Il 17 gennaio, giorno della festa di Sant’Antonio, la statua di Sant’Antonio viene portata in processione prima della messa che si tiene intorno alle 11.00. La festa di Sant'Antonio segna l’inizio del Carnevale, la domenica successiva escono le prime maschere e iniziano i balli a su Carruzzu.


Per maggiori informazioni

Sito del Comune di Aidomaggiore


Ultima modifica 12/01/2017 ore 11:58
Foto: Sardegna digital library


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Sardegna in festa Sagre in Sardegna Feste in Sardegna Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Sardegna Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Cagliari Carbonia-Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia-Tempio Oristano Sassari
Elenco feste e sagre
N.B. sardegnainfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie