sardegnainfesta

Carnevale di Olzai

28 febbraio / 10 marzo - Olzai (NU)
Carnevale di Olzai a Olzai

Il Carnevale di Olzai ha la particolarità di proseguire oltre la tradizionale data di chiusura delle manifestazioni carnascialesche: i festeggiamenti si protraggono, infatti, fino alla domenica successiva. Dalla domenica di carnevale fino al mercoledì delle Ceneri e poi anche la domenica della Pentolaccia, le strade del paese vengono percorse da vivaci sfilate di maschere.

Carnevale a Olzai
Martedì Grasso – ore 15:00 – Sfilata dei carri allegorici;
Mercoledì delle ceneri – ore 15:00 – Sos Intintos.

Martedì grasso
Le maschere si radunano per la sfilata nel centro storico che si chiude con i balli tradizionali in maschera, la zeppolata e premi per le maschere più belle e simpatiche.

Mercoledì delle ceneri.
Sin dalle prime ore del mattino, i giovani preparano un fantoccio allegorico, chiamato "Juvanne Martis Sero". Gli uomini indossano gli abiti tradizionali delle vedove sarde e dopo aver bruciato diversi pezzi di sughero, dipingono i loro visi con la fuliggine. Altri giovani procurano una scala in legno e legano il fantoccio che sarà trascinato per le vie del paese.

Quindi, "Sos Intintos e Sos Intinghidores" formano un corteo spontaneo, attraversando i rioni storici di Olzai, mentre gli abitanti offrono vino, dolci e piatti tipici alle maschere e visitatori.
Al tramonto, nella piazza "Su Nodu Mannu", il fantoccio "Juvanne Martis Sero" viene processato e condannato al rogo.

Domenica della Pentolaccia.
Il comitato del carnevale, prepara le anfore in terracotta per la classica pentolaccia. Nel pomeriggio, tra canti e balli, le migliori maschere vengono bendate e invitate a rompere le anfore per la gioia dei bambini del paese. A tarda notte si conclude il carnevale olzaese.

Le maschere tradizionali di Olzai:

Maimones
Il Maimone olzaese è il seguace di Dionisio. Nel travestimento rappresenta con il suo rito di fertilità la smania di essere posseduto da Dio per divenire simile a lui. Sos Maimones si muovono a saltelli, rimando l'atto sessuale; ogni tanto interrompono la folle danza buttandosi uno sopra l'altro, formando Sa Nurra. Sos Maimones sono le maschere più trasgressive del carnevale barbaricino.

Murronarzos
Questa maschera, abbandonata agli inizi del ‘900 perché definita molto violenta, è stata riscoperta qualche anno fa da un gruppo di appassionati delle tradizioni locali.
La maschera Su Murronarzu ha il muso che ricorda il maiale e le corna caprine. Essa è scolpita nel legno di pero selvatico e anticamente veniva dipinta con il sangue di capra. A volte, veniva usato il teschio del maiale. Sos Murronarzos vengono legati con delle funi di cuoio (sas sokas) e maltrattati da uno o più guardiani. Rappresentano pertanto la morde del Dio, che deve morire per rinascere più forte e fecondo.

Intintos
Sono figure improvvisate del Mercoledì delle ceneri, molto apprezzate per la loro simpatia e spontaneità dei comportamenti. Nel primo giorno di Quaresima, gli uomini indossano gli abiti delle vedove sarde e portano a spasso per il paese una scala con un fantoccio chiamato Juvanne Martis Sero, che al tramonto viene processato e condannato al rogo.

Carnevale di Olzai - Programma 2019
Domenica 10 marzo, la grande sfilata del Bim Taloro e delle maschere etniche della Barbagia nel caratteristico centro storico di Olzai.

Il raduno delle maschere della Barbagia – ideato nel 1997 e patrocinato annualmente dal Consorzio Bim Taloro – ritorna per la terza volta a Olzai, dopo le due edizioni del 2000 e 2009. Protagonisti assoluti della manifestazione, con i caratteristici riti propiziatori, saranno ben undici gruppi in rappresentanza di dieci paesi ricadenti nel territorio del Consorzio Bim Taloro (AUSTIS S’Urtzu e Sos Colonganos; FONNI Urthos & Buttudos e Sas Masheras Limpias; GAVOI Sos Tumbarinos - LODINE Associazione Sa Teula; MAMOIADA Mamuthones e Issohadores; OLLOLAI Sos Balladores; OLZAI Maimones, Murronarzos & Intintos; ORANI Su Bundu; PAULILATINO Sos Corraios; TETI Su Sennoreddu & S’Iscusorzu e TONARA con Su Coli Coli), oltre a Sos Corraios di PAULILATINO.

Il lungo corteo partirà alle ore 16:00 dalla palestra comunale di via Pietro Meloni Satta e proseguirà nella via Taloro, per poi raggiungere la piazza Sant’Ignazio per una breve sosta dei gruppi. Ancor più suggestivo sarà il percorso delle maschere nelle due strade che affiancano il monumentale arginamento del rio Bisine, insieme alle performance finali dei gruppi nella storica piazza Su Nodu Mannu, dove è prevista la classica “pentolaccia” che concluderà la manifestazione intorno alle ore 20:00.

L’organizzazione della sfilata del Bim Taloro 2019 è curata dall’Associazione culturale Maimones, con il patrocinio e contributo finanziario del Comune di Olzai. Collaborano all’iniziativa diverse associazioni locali.


Per maggiori informazioni

Sito Kerylos


Ultima modifica 27/02/2019 ore 09:21
Foto: Maschere Olzai


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Sardegna in festa Sagre in Sardegna Feste in Sardegna Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Sardegna Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Cagliari Carbonia-Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia-Tempio Oristano Sassari
Elenco feste e sagre
N.B. sardegnainfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie